Chioccila letteraria

4 marzo 2014

Buon giorno,
io sono la Chiocciola letteraria, l’ultima impresa di Stefano, diciamo che è il mio papà. Mi ha voluta e costruita pezzo per pezzo. Sono una figlia di legno, cartone, carta, polistirolo, chiodi, colla, un filo di silicone e resina per prevenire le rughe.
Papà è nomade, ama scrivere, ascoltare, sulla strada ha pubblicato due libri, qui nella chiocciola letterari potete chiedere di leggerne alcuni frammenti e poi se credete comprare l’ultimo libro “ L’allevatore di farfalle” racconti brevi e poesie scritti in dieci anni di nomadismo in giro per l’Italia, prima in bicicletta compiendo ventisette mila chilometri, poi qualche pausa ed oggi qui nella mia pancia di legno e cartone.
Lui dice che sono una figlia stanziale dentro e nomade fuori.
Sono la sua casa, il suo lavoro, io sono troppo piccola per sapere cosa sia il lavoro, Papà dice che è quella cosa che al mattino ti fa trovare sul tavolo il caffè latte e i biscotti.

Annunci