IL CACCIATORE DI ANGELI

3 ottobre 2012

Penny osserva seduta sulla roccia posta fra le nuvole ad un milione di anime di distanza dalla terra, ascolta la voce dell’amica Virginia uscita di casa per andare a trovarla, vorrebbe gridarle che è tutto inutile ormai, di non entrare in quel vicolo perchè non troverà nulla se non terrore, sgomento e desolazione. Virginia in ogni caso non potrebbe sentire la voce di un angelo con le ali spruzzate di sangue.

Virginia è immobile nel vicolo dietro casa, difronte a lei quella che pochi attimi prima le appariva una macchia nella notte, in un breve attimo si tramuta in un uomo che con passo lento le sta per andare incontro.

Penny ascolta, guarda impotente seduta sulla roccia ad un milione di anime sopra la testa l’amica Virginia.

Cosa ci fa un uomo qui nel pieno della notte e soprattutto perché sono uscita di casa.

Devo proseguire se mi fermo vuol dire che c’è qualcosa che non va, non devo avere paura, perché dovrei avere paura di essere sola nella notte con un uomo difronte che non conosco e che guarda nella mia direzione? Ecco adesso comincio ad avere paura, di quella vera. Devo scappare”.

L’uomo prosegue lento nella sua direzione, potrebbe essere semplicemente un uomo che cammina, quel passo felpato però potrebbe nascondere un felino affamato di giovani anime a cui trafiggere e strappare i cuori a morsi, proprio oggi che Virginia avrebbe voluto portarlo a Penny, l’amica di sempre.

Tenta un balzo per infilarsi nel vicolo e come in brutto sogno le gambe non le rispondono, cerca di urlare, nulla, la paura l’ ha mutato in una statua di granito muto.

L’uomo avanza, Virginia non ha più paura, è morta ormai, pronta a consegnarsi al suo destino. L’uomo è arrivato, è davanti a lei, ora può vederlo in faccia, non ha più paura, è pronta.

L’uomo non si ferma, sorride e prosegue al suo fianco, Virginia sente i passi allontanarsi, il granito torna corpo, carne, il sangue scorre caldo fluido, il cuore vivo batte ancora un giorno per dolce amica di sempre .

Il corpo precede ogni intenzione tanto che nell’attimo in cui Virginia decide di lanciarsi nel vicolo, lei è già li in una corsa affannosa, la porticina del palazzo è spalancata, l’istinto la precede, e come un fulmine percorre il piano di scale ed è già davanti alla porta, Virginia arriva un attimo dopo.

Penny osserva seduta sulla roccia, i capelli sconsolati sulle spalle con una pena infinita per l’amica che avrebbe voluto donarle il cuore.

Il tempo si arresta davanti alla porta, tutto è lento, quasi immobile, potrebbe essere passato un anno quando Virginia appoggia la mano alla maniglia e la fa ruotare per entrare nella stanza.

La stanza è ordinata, troppo. Virginia pensa: “ Penny non è mai stata ordinata, perché pulire la stanza proprio oggi”

Nel celo sopra le nuvole Penny si commuove per quella rivelazione che Virginia sta per fare, fra pochi secondi tutto le sarà chiaro.

Si avvicina al letto e all’altezza del cuscini a mezz’aria è sospesa una goccia di cristallo come trattenuta da un filo sottile, invisibile agli occhi, Virginia porta il palmo sotto il cristallo che le si accovaccia all’interno aprendo un piccola pozza d’acqua, intinge l’indice e lo porta alla bocca. Sono lacrime, sono di Penny che in quel punto ha pianto per un’ultima volta.

Come uno schiaffo, le torna in un istante davanti al viso il sorriso di quell’uomo sbucato dalle stesso vicolo in cui lei si era frettolosamente portata, il sorriso del male, di un uomo che trafigge e strappa i cuori con i denti. che si è regalato persino il tempo di pulire la stanza, un demone nella notte che divora cuori.

Uno per notte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: