CriticalMas e testimoni di Geova

10 marzo 2012

Puntualmente, ogni benedettissimo anno, con l’arrivo della primavera, fioriscono come gemme dibattitti televisivi e radiofonici sul tema della bicicletta. Puntuale, appare l’attivista Criticalmassificato con la bandiera civica della libertà e della giustizia a snocciolare perle di saggezza e slogan con uno stile per nulla differente da quello di un testimone di Geova: linguaggi parificati, concetti semplici come vita amore libertà, idee chiare sulla mobilità sostenibile e tutta una serie di concetti nobili, che nel loro ripetersi si fatto finiscono per perdere significato. Insomma sentito uno sentiti tutti. Quello che accumano un testimone di geova ad un attivista Criticalmassificato è però nobile e buono e cioè il desiderio di pace e amore fra gli uomini, che io prosaicamente interpreto come: voglia di trobare. Una sana e consapevole voglia di trombare che ogni primavera ci sprigiona ormoni dalla pelle e farfalle dalla pancia. La questione, è che tanto meno questa consapevolezza si fa chiara tanto più ogniuno si avvicinerà alla propria bandiera. Il testimone di Geova alla sua bibbia, e l”attivista Criticalmassivicato alla su fighettissima targhetta di metallo con su scritto No Oil. Il tratto medio dell’attivita massificato lo si ritrova definito nella figura del ” Testimone del pedale” una figuara ibrida che riunisce in se, scarsa informazione, desiderio di lotta e figa, che ha sua volta non distingue, un desiderio non del tutto elaborato di pace e armonia, tutto coronato dalla targhetta sul culo della bicicletta in cui campeggia prima di tutto un NO seguito da OIL. Trovo difficile cominciare una rivoluzione d’amore con un NO. ” Ma lo sai che ci sono certi automobilisti che usano la macchia anche solo per fare cento metri? Ma uno sarà pure libero di farsi i suoi cazzo di cento metri in automobile senza vedersi tagliare la strada da un con l’aureoola e il sorriso da imbeccile di ha la certezza di fare la cosa giusta e buona? Io non ho la patente, figuriamoci, non amo la macchina, ma non rinuncio alla tua libertà di andarci anche al cesso con la tua automobile. E poi tutti giù a bloccare le macchine. Si Oil, mettiamo tutti un flaconcinno di olio balsamico sotto la sella, e quando incrociamo gli sguardi e capiamo di picerci, via ad infrattarsi dietro una siepe. Semplifichiamo. Per anni abbiamo confuso la lotta politica con la figa, e questo vale anche per le femminuccie. Ognino si scelga la sua preda d’amore. Ci sarà la pedalatrice a cui piace il cazzo piccolo, quella che lo vorrà grande, l’altra che non vede l’ora di farsi esplorare dall’Africa. Il maschietto pedalatore a cui piacciono le pedalatrici depilate, l’altro che adora il pube riccio e folto come la testa di Cocciiante. E poi ogniuno della bicicletta ne faccia quel che crede, non dimenticando che la bicicletta e solo una bicicletta.

Annunci

2 Risposte to “CriticalMas e testimoni di Geova”


  1. Sei troppo avanti Stefano. Oggi è difficile trovare orecchie per questa roba.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: