I massaggi di Famiglia Cristiama

12 giugno 2011

 

 

concorso+letterarioGiornata intensa, mi viene da dire che la realtà quando ci si mette gliela da in culo alla narrativa.

Pomeriggio di sabato in via Po a Torino, un po teso come tutte le volte che devo stendere il materassino di spugna su cui appoggiare i libri da vendere.
Sempre lo stesso sempre il mio. Ho solo qualche euro in tasca e una discreta dose di pessimismo che mi fanno pensare che sarà un pomeriggio del cazzo, senza incasso.
“ Buon giorno, ho letto un articolo su Famiglia Cristiana, complimenti. Lo dedichi A Paola, ha sedici anni. Tenga il resto!.
Cacchi venti euro, potrei anche chiudere il negozio. L’umore è in piena risalita.
“ Tu viaggi vero”? Mi volto verso un bel faccione sorridente, levigato da femminiello che mi ricorda tantissimo “ Il vizietto “, il film con Ugo Tognazi.
Dovrebbe avere diciotto  vent’anni, frocissima.Gli sculettano persino i muscoli della faccia. Movenze e talento da Frocia ballerina, gli scodinzola anche il buco del culo!
Pochi attimi per raccontarmi di come sia bravo e capace a prenderlo in bocca, a fare i pompini. “ Sono più bravo di una donna sai”!
Poi abbassa lo sguardo per tentare una timidezza che serve solo a non farlo apparire come uno spudorato puttanone.
“ E poi io non l’ho ancora preso sai “ ?
Peso “ Si certo, non lo avrai preso in posta elettronica, per il resto ti sarai fatto schiacciare anche i brufoli”. Nonostante l’impegno profuso per farselo mettere in bocca, lo trovo noioso e per nulla seduttivo, una macchietta ridicola e penosa. Lo liquido con poche parole, così riprende la sua strada in cerca di uomini di mezza età che gli mettano in bocca ciucciotti e leccalecca da consumare ardentemente, così via sino al prossimo chioschetto di caramelle.
“ Credo di aver letto di lei sull giornale la Stampa. Complimenti tenga pure il resto”.
Azz altri venti euro, ancora un paio di colpi come questo e ci scappa il massaggio dalle cinesi.
Dopo mezzora smonto la libreria itinerante, devo caricare il telefono e controllare posta.
Direzione Sassi San Mauro torinese, finalmente riesco a leggerla.
Mittente: Bar Franco
Oggetto: Libri
“ Abbiamo finito i tuoi libri, se passi portane altri “ Altri sessanta euro, di questo passo la massaggiatrice la noleggio per due giorni.
Sono le sei del pomeriggio, orario oltre il quale mi concedo di assumere alcol. STAPP, STAPP, STAPP
Bene! Se rinasco voglio rinasce ubriaco.
Voglio un tavolo con la tovaglia e il tovagliolo di stoffa, due bicchieri, uno per il vino e l’altro per l’acqua, una pizza mezza porca, con salsiccia rucola e olio piccante. Chiamo un albergo non distante, cinquanta euro a notte, se ci vado mi salta il massaggio.
Prima di arrivare in albergo vedo lampeggiare in una vetrina una scritta con gli occhi a mandorla: “Aperto” Vorrà dire che dormo sulla riva del PO.
Cacchio stavo dimenticando di scrivere del Teorema.
Nel pomeriggio prima di arrivare a San Mauro Torinese sul lungo stradone vedo una macchina accostare frettolosamente, scende un signore che mi cattura con un gran sorriso, braccia. E’ chiaro che sta salutando me, non credo di conoscerlo, ultimamente ho conosciuto un mondo di persone. Mi affianco con la bici, lui continua a sorridere con modi cortesi da cattolico praticante. “ Sei tu?Sei un grande! Ti ho letto su Famiglia cristiana” E giù venti euro per una copia del libro. Senza resto.
“ Io sono Euclide, come il teorema,grazie, la tua storia dovrebbe essere letta da tutti”
Non erano ancora le sei del pomeriggio e non avevo ancora bevuto la mia prima birra. L’ho abbracciato e sono scappato da quel frammento irreale di realtà, che sembrava davvero metterlo in culo alla narrativa.

Una Risposta to “I massaggi di Famiglia Cristiama”

  1. anonimo Says:

    A me il tuo libro me lo hanno regalato. Proprio due giorni dopo aver letto l'articolo su famiglia cristiana e aver detto che volevo comprarmelo! L'ho divorato….. 
    Dall'inizio alla fine ti lascia una grande dimostrazione di coraggio e di positività nonostante tutto…… Dall'inizio alla fine ti fa capire che la vita, quella vera, vale la pena di viverla….
    Gaby


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: