In seguito alla decisione di smontare il presidio NoTav di Sant’Antonino Vaie, ritenuto poco strategico per la lotta al Tav, un gruppo di presidianti non affatto convinto della decisione, si è riunito in un nuovo comitato, chiamato Comitato No Tav "La Trippa".

Le ragioni della nascita del nuovo comitato sono le seguenti: la prima è che all’interno del comitato e del presidio, nel tempo sono emersi stili e comportamenti di vita che di fatto hanno creato disarmonia e tensioni che a tutt’oggi non sono state sanate.

Inoltre il presidio di Sant’Antonino Vaie resta un luogo di aggregazione e di condivisione che riteniamo vadano salvate.

Il presidio in questi mesi è divenuto anche un luogo di accoglienza in cui sono state accolte persone con difficoltà di integrazione sociale, lavorativa ed abitativa. Elemento questo costitutivo dell’identità di questo luogo che andava di pari passo con la lotta al Tav.

Tracce di questa esperienza è ben descritta nel libro " Fuochi nella notte " in cui è anche raccontata la vita del presidio e le storie delle persone che lo hanno vissuto.

profiloFB

Con la costituzione del nuovo comitato abbiamo deciso di mantenere questo avamposto ricostruendo fisicamente un luogo, che manterrà le caratteristiche di accoglienza e solidarietà che lo avevano contraddistinto in precedenza, non dimenticando ovviamente la doverosa lotta al Tav.

Riteniamo importante sottolineare che questa scelta non è in opposizione al nuovo presidio di Vaie e tantomeno in contrapposizione al comitato di Sant’Antonino-Vaie ed a tutti gli altri comitati, con i quali ci auguriamo di continuare a collaborare, mantenendo lo stile che ci ha contraddistinto in questi mesi.

Casa Roulotte

15 settembre 2010

questa è stata la mia dimora per alcuni mesi e da domani verrà spostata altrove. Mesi intensi, cazzarola.