Il Bagiano

8 agosto 2010

presidio Bagiano

 

Smarrito Bagiano. Chi lo avvistasse è pregato di telefonare al presidio " La Trippa". Chiedere del Comitato

Il presidio è un luogo di lotta e di confine, l’obiettivo è intercettare le trivelle che effetuano i carotaggi nel terreno e mettere in atto una pacifica opera di disturbo che impedisca la costruzione della linea ad alta velocità. La lotta al Tav per molti di noi è l’inizio e la fine di tutto.
In questa baracca di tubi da ponteggio, nylon e bancali da supermercato, non molto diversa da quelle dei raccoglitori di mandarini di Rosarno, non si torna indietro neppure per prendere la rincorsa. Cazzo!
Una trincea a cielo aperto in cui la tensione della e per la lotta, per essere sostenibile, sfocia inesorabilmente nella leggerezza e… (nello svacco, nello scazzo ????).
In questi giorni i più assidui presidianti sono composti da un gruppetto di quarantenni apparecchiati da super-giovani. A tenerli giovani sono i dubbi, la voglia di stare con gli altri e la certezza che da soli non si basta neppure a se stessi.
Ventiquattro ore sono lunghe, soprattutto dopo mesi di presidio; quando la questione dell’estinzione del bagiano viene portata alla conoscenza di tutti, immediatamente si crea un comitato per la salvaguardia dell’ animale. Promotore dell’iniziativa è il giostraio senza giostre, profilo da indossatore di damigiane e soprannominato anche come Cesario, perchè nato da un parto cesareo e dunque non ha visto la figa neanche quando è nato!!
Segue il Marcio, perchè a differenza di tutti gli altri non si ubriaca, ma fa uso e abuso di alcool fino a combinarsi ammerda (è ubriaco anche quando non beve!!). Il suo motto è: "A chi non beve il vino, che dio gli tolga l’acqua".
Nel comitato non poteva che esserci anche Peppino il falegname, laureato all’università della strada, conseguendo numerosi master e specializzazioni; uomo acuto e dall’ironia devastante, le sue battute arrivano come sciabolate, lasciando però sempre uno spunto di riflessione.
Subito dopo aver affisso il messaggio in bacheca, il comitato si riunisce per fare il punto della situazione e trovare una strategia che possa riportare il Bagiano a casa: animale rarissimo ed a grave rischio di estinzione, tanto raro che dopo una breve consultazione ci rendiamo conto che nessuno di noi lo ha mai visto!!
Pochi minuti dopo l’intero presidio si accalca attorno al tavolo della cucina, dove si cerca di ricostruire le ultime ore del bagiano: qualcuno fa notare che se nessuno lo ha mai visto non se ne può neppure reclamare la scomparsa. Il Marcio interviene, facendoci notare che la notizia è apparsa in bacheca e che in questo presidio nessuno pettina le bambole e dunque quella notizia va presa per buono.

Annunci