Il libro

11 marzo 2009

Il libro è tratto dal primo Blog italiano scritto da un senza fissa dimora.

Nel 2004 in Italia dei Blog non si sapeva ancora molto ed io stesso quando aprii il mio primo blog non avevo ben chiaro quale fosse l’utilità o il senso di aprire una pagina di diario sul web.

volantino

Sino ad allora ritenevo che un diario fosse legato esclusivamente alla carta , all’intimità ed alla privatezza di un cassetto.

Avendo perso tutto: numero civico, cavo telefonico, una porta a cui bussare,la casetta delle lettere e dunque la possibilità di tenere insieme la mia rete di relazione, pensai che se avessi messo tutto in rete, gli amici sarebbero rimasti informati su ciò che stavo facendo, dove stavo e come.

L’impatto con il dormitorio di Alessandria fu sconvolgente. Sino a pochi giorni prima del mio ingresso avevo una casa ed un laboratori di restauro, una buona rete di relazioni ed in un attimo la fragilità della mia condizione si rivelò con una sorta di esplosione silenziosa che mi scaraventò in un altro mondo, quello dei Vulnerati, quelli impoveriti dal loro stesso mondo e da un sistema economico che cominciò a rivelare tutta la sua follia.

I Vulnerati sono i poveri, quelli che non tengono il passo con un sistema economico in continua evoluzione, sono le ragazze madri che si trovano a gestire uno o più figli in solitudine e che pagano il prezzo di armi spuntate, di una rete sociale che non esiste più.

Alcune di queste quando arrivano in dormitorio hanno perso anche i figli.

Quando arriva uno sfratto per una donna, un uomo o una famiglia povera, il futuro è in caduta libera.

Ed è in questa caduta libera che per sopravvive e non impazzire mi sono aggrappato ai fogli elettronici del Mio blog.

Annunci

8 Marzo

7 marzo 2009